Oasi dei Quadris

La Cicogna bianca è diventata il simbolo dell’Oasi e senza dubbio ne è la principale attrazione da quando la zona dei “Quadris” con i suoi ambienti umidi e le strutture già allestite è stata scelta per l’insediamento di una delle “stazioni sperimentali per la reintroduzione della cicogna bianca” in Italia. Oltre 60 esemplari volano liberi nei cieli dell’Oasi e nel territorio circostante. Le Cicogne sono uccelli migratori che svernano nei paesi caldi dell’Africa e si dirigono verso l’Europa per passarvi l’estate e nidificare. Un tempo nidificavano anche in Italia, ma non si sa con certezza né il periodo né le cause del decremento numerico e poi dell’estinzione della specie come nidificante. Anche in altri paesi dell’Europa, soprattutto occidentale, si è assistito ad una notevole diminuzione delle coppie di cicogne censite e, in alcuni, anche alla scomparsa. È per questo motivo che molti paesi, non solo europei, ma anche africani, stanno avviando programmi di tutela delle popolazioni nidificanti e progetti di ripopolamento (dove la specie è in declino) o di reintroduzione (dove la specie è scomparsa).

 
Progetto imprinting ibis eremita
 

Grazie a tutti i ragazzi e le ragazze dell’Università di Udine, di Parma e di Napoli che si sono dedicati/e a questo lavoro, inizialmente con la supervisione di Federico Mason che ha impostato il progetto:

Per l’anno 2013: I genitori adottivi sono Luigi, Alessandro e Serena

Per l’anno 2014: I genitori adottivi sono Martina, Valentina, Matilde ed Irene

Per l’anno 2016: I genitori adottivi sono Kamila e Fabio

Per l’anno 2017: I genitori adottivi sono Kamila, Nicole ed Elisa

Per l’anno 2018: I genitori adottivi sono Nastasia ed Eleonora

Anche i boy friends e girl friends di alcune mamme e papà adottivi hanno contribuito validamente.